LA BIBLIOTECA

Fondata all’atto della costituzione del Centro Studi comprende circa 15.000 titoli, 11.523 volumi, al 31/12/2012, sono regolarmente catalogati e schedati per autori e per soggetto. Aderisce al sistema bibliotecario e archivistico della Provincia di Ragusa che mette a disposizione una serie di servizi per accedere, attraverso un unico canale di ricerca, al Catalogo in rete e agli altri servizi delle Biblioteche e degli Archivi della provincia di Ragusa. La dotazione libraria viene incrementata annualmente con nuovi acquisti da parte del Centro Studi e con molte donazioni di privati. Sia i soci del Centro Studi che il pubblico, cui la Biblioteca è aperta, possono usufruire della lettura e consultazione dei libri il cui prestito è regolato dall’apposito Regolamento approvato dall’Assemblea dei Soci con verbale n. 5/89 del 12.12.89, che viene riportato nelle pagine seguenti con le Sezioni in cui la Biblioteca si articola. Addetta alla Biblioteca è la Segretaria del Centro Studi. Preposto alla direzione della biblioteca è il Consiglio di Amministrazione, rappresentato dal Presidente del Centro Studi, che cura i rapporti con le altre Biblioteche, gli Istituti di cultura e le Soprintendenze, provinciale e regionale, per i Beni Culturali. Con decreto del Ministero per i Beni e le Attività culturali dell’1.07.99 la Biblioteca del Centro Studi F. Rossitto è stata ammessa al prestito dei libri presso le Biblioteche pubbliche statali, con l’obbligo della reciprocità.

 

Regolamento della biblioteca

La Biblioteca comprende le seguenti sezioni:

  • Storia (con una sottosezione dedicata alla Sicilia ed alla Provincia di Ragusa)
  • Letteratura
  • Politica
  • Pedagogia e problemi della scuola
  • Scienze
  • Economia
  • Etnologia

Annessi alla Biblioteca sono: l’Archivio storico e l’Emeroteca. Possono usufruire della lettura e della consultazione dei libri e delle riviste, oltre che dell’archivio storico, sia i Soci del Centro Studi che il pubblico.

La lettura dei libri può essere effettuata nella sede del Centro e a mezzo prestito. Per ogni lettore va compilata un’apposita scheda contenente le sue generalità, la professione esercitata, il titolo dell’opera e la Sezione cui essa appartiene. La lettura dei quotidiani e dei periodici va fatta nella sede della Biblioteca. Nella stessa Sede va effettuata la consultazione delle Enciclopedie del Centro, dei libri fuori commercio e di particolari edizioni comprese in un apposito elenco e non trasferibili fuori dalla Sede del Centro Studi.